numero verde 800210199

  • 750x200 blatta germanica
  • 750x200 derattizzazione
  • 750x200 disinfestazione palme
  • 750x200 disinfestazione pulci
  • 750x200 disinfestazione zanzare condominio
  • 750x200 formiche
Disinfestazione Zecche

Le zecche sono degli insetti parassitaria emotofagi, che solitamente aggrediscono gli animali e anche l'uomo. La loro puntura è molto dolorosa ma, soprattutto, pericolosa, perché questi animali sono portatori di diverse malattie. Per questo motivo, soprattutto nelle abitazioni che sorgono in zone boschive e/o agresti, si consiglia di effettuare una disinfestazione zecche almeno una volta all'anno, prima dell'arrivo del periodo estivo, quello di maggior proliferazione di questo animale.

Leggi tutto

Disinfestazione vespe

La lotta alle vespe si attua soltanto con un'approfondita operazione di disinfestazione vespe, nel modo più veloce possibile, al fine di eliminare tutti i nidi che potrebbero costituire un serio pericolo per gli abitanti di un'abitazione o per le persone che lavorano nelle vicinanze.

Leggi tutto

disnfestazione pulci a roma e provincia

 

PREVENTIVO E SOPRALLUOGO GRATUITO!

Chiama Subito!
 numero verde 300x70

Clicca sul Numero

Oltre 1.500 specie di pulci delle quali il 95% vive sui mammiferi. La forma di questo insetto è molto appiattita, ciò gli consente di muoversi con agilità tra la fitta peluria dell’ospitante. Le pulci sono animali di piccole dimensioni, totalmente atteri, cioè privi di ali. Le pulci Possiedono un esoscheletro compatto e robusto e 3 paia di zampe, tra le quali quelle posteriori molto sviluppate e forti che permettono alle pulci di spiccare salti notevoli rispetto alle loro piccole dimensioni. Ogni pulce è dotata di apparato pungente e succhiatore, per cui possono definirsi insetti ematofagi. Il loro stile di vita è parassitario, si nutrono del sangue dell’ospitante ma non depositano su di esso le uova. Le pulci infatti preferiscono ambienti caratterizzati da scarsa pulizia e con presenza di detriti organici dei quali le larve possono nutrirsi.
 
Tra i locali più frequantati, oltre a magazzini e cantine abbiamo certamente i giacigli di cani e gatti. Durante l’inverno la pulce si “impupa”, ovvero si chiude in un bozzolo all’interno del quale è in grado di sopravvivere a digiuno per più di un anno, ma, al sentire delle vibrazioni provocate dal passaggio di un animale la pulce esce immediatamente dal bozzolo per avventurarsi sulla preda e consumare il pasto di sangue. Nelle abitazioni, a causa della presenza di animali domestici e sovente di pavimentazione ricoperta di moquette sulla quale permangono inevitabilmente detriti organici, è facile il manifestarsi di infestazioni da pulci, potenziali vettori di svariate malattie tra cui la peste bubbonica dovuta in genere le scarse condizioni igieniche associata alla presenza di topi e ratti.
 
Senza arrivare alla peste è bene ricordare come le pulci possano essere vettori di staphilococco e tifo murino nonché un’altra mezza dozzina di agenti patogeni dannosi per l’uomo e i suoi animali domestici.
 
Fra le specie più comuni abbiamo:
 
  • Ctenocephalides felis (parassita del gatto)
  • Ctenocephalides canis (parassita del cane)
  • Pulex irritans (parassita dell'uomo)
  • Nosopsyllus fasciatus e Xenopsylla cheopis (parassiti del ratto).

 

Ciclo Riproduttivo Pulci e Biologia

  • Ciclo sviluppo pulci roma

Lo sviluppo delle pulci è uno sviluppo completo con metamorfosi partendo dalla deposizione delle uova e passando per 3 stadi:

  • Le uova si schiudono tra 1 e 6 giorni
  • La vita larvale si sviluppa in un periodo compreso tra 5 ed 11 giorni
  • La larva matura secerne della seta con cui crea un involucro in cui si trasforma in pupa
  • L’adulto emerge circa 5 giorni dopo la formazione ma se persistono condizioni sfavorevoli può ritardare di alcuni mesi

In presenza di ospiti le pulci femmina possono vivere per più di tre mesi e produrre sino ad un massimo di 24 uova al giorno. La modalità con cui le pulci compiono il proprio ciclo biologico spiegano perché in una casa lasciata vuota per due settimane, i proprietari possono trovare un’infestazione da pulci poco tempo dopo essere rientrati in casa senza aver percepito, alla partenza, la presenza delle pulci.

Interventi consigliati per la disinfestazione pulci

  • Disinfestazione Preventiva: Formulato residuale a base di piretroidi
  • Disinfestazione Attiva: Micro-Nebulizzazione ULV con formulato abbattente
  • Disinfestazione Biologica: Trattamento con Crio-disinfestazione

Norme Comportamentali e Prevenzione

frontline combo pulci roma

  • Mantenere pulite le superfici calpestabili soprattutto se si tratta di tappeti e moquettes;
  • Se in possesso di animali domestici effettuare periodici trattamenti anti-pulci con prodotto Front-Line

 

Attenzione la disinfestazione pulci è effettuata con prodotti specifici

roma-disinfestazioni.it  esegue interventi di disinfestazione pulci a Roma e Provincia di Roma

Chiamaci subito al nostro Numero 0645214670  o compila il Form di Contatto

 

Disinfestazione Cimici del Letto RomaLe cimici che pungono l’uomo sono insetti ematofagi, per i quali il sangue umano rappresenta l’unica fonte di nutrimento. Probabilmente sono diventate veri ecto-parassiti quando hanno perso la capacità di volare. Le cimici hanno seguito l’uomo in tutto il processo di civilizzazione, forse fin dagli albori della preistoria, adattandosi alle sue abitudini e diffondendosi in tutto il mondo. Le cimici possono infestare ogni tipo di ambiente dove l’uomo vive o lavora, ma le migliorate condizioni igienico-sanitarie delle nostre comunità ne avevano fatto un insetto piuttosto raro in Italia, con rari focolai sempre legati a situazioni di disagio. Probabilmente la ricomparsa delle cimici è legata all’aumento flusso turistico e migratorio dai paesi europei verso l’Italia, dove la struttura stessa delle abitazioni ed i materiali utilizzati per gli interni creano spontaneamente ambienti ideali per l’insediamento delle cimici. Fondamentalmente la gran parte delle cimici si concentra nelle camere da letto, o dove comunque si dorma. Durante il giorno si rifugiano nei materassi, nelle giunture dei letti, nelle fessure di muri e pavimenti, nel mobilio e dietro i quadri. Di notte si nutrono ad intervalli sull’uomo mentre dorme, tornando ai loro rifugi solo dopo avr completato il pasto di sangue. La presenza di quest insetto richiede in ogni caso un intervento didisinfestazione cimici professionale.
 
  • disinfestazione cimici roma
  • disinfestazione cimici roma
  • disinfestazione cimici roma
  • disinfestazioni cimici roma
 
 
Ciclo Riproduttivo e Biologia

Le cimici attraversano 3 stadi di sviluppo: uovo, ninfa, adulto. Il tempo necessario per la maturazione delle uova dipende dalla temperatura ambientale, generalmente schiudono circa 10 gg. dopo la deposizione con temperatura intorno ai 20°C e dopo 4-5 gg. a 35°C. A temperature superiori a 37°C e inferiori a 13°C, le uova non schiudono e perdono rapidamente vitalità entro massimo 3 mesi. Dopo circa un’ora dalla schiusa, la chitina che forma l’esoscheletro diviene più scura , conferendo alla ninfa il tipico colore ambrato. La ninfa diviene adulta attraverso 5 stadi di sviluppo scanditi da altrettante mute e da almeno un pasto di sangue per stadio. Le condizioni ottimali per il completamento del suddetto ciclo che si compie mediamente in circa un mese sono la temperatura ottimale e la disponibilità dell’ospite. Le cimici adulte sono insetti di colore bruno rossiccio, con il corpo lucido e appiattito, di forma ovale che mis urano 5-7 mm di lunghezza. Il capo porta 2 antenne e un’armatura boccale adattata a pungere e a succhiare il sangue; questa è formata da 3 segmenti ed è ripiegata sotto il capo, venendo fuori solo per il pasto di sangue. Il maschio adulto può essere distinto dalla femmina per la forma terminale dell’addome più appiattita. Un’altra caratteristica di questi insetti, comune a quasi tutte le specie, è la presenza di una ghiandola che emana un odore caratteristico, acre, forte e ripugnante. 

Interventi consigliati

Per le cimici dei letti, nonostante si possano osservare e ammettere delle variazioni procedurali, di caso in caso, si consiglia di effettuare interventi di disinfestazione cimici ripetuti a distanza di circa una settimana l’uno dall’altro. Ovviamente, spesso questi propositi variano in funzione delle necessità particolari del cliente stesso. Per semplificare il tutto riportiamo i dati nella tabella sottostante.

  • Giorno 1-2 Sopralluogo e pianificazioneGiorno
  • Giorno 3-4 1° Trattamento
  • Giorno 10-12 Ispezione e 2° trattamento
  • Giorno 17-18 Ispezione ed eventuale 3° trattamento
  • Giorno 20-21 Ultima verifica

Questo generico protocollo d’intervento di disinfestazione cimici è basato sul comportamento dell’insetto e sul suo ciclo di sviluppo. Per quanto possa apparire semplice l’eliminazione degli insetti adulti va sottolineato che l’eliminazione e la disattivazione delle uova è molto più complessa, in quanto l’insetticida non è attivo su quelle non ancora embrionate. Pertanto i cicli di disinfestazioni dovranno, se necessario, essere ripetuti in funzione della situazione riscontrata in ogni singolo focolaio.

Attenzione, esistono specifici prodotti per la disinfestazione cimici del letto ed è sempre consigliato, per questo insetto, evitare la disinfestazione fai da te.

Norme Comportamentali e Prevenzione
  • Intervenire tempestivamente non appena si riscontra la presenza delle cimici
  • Rispettare il ciclo di interventi previsti per garantire l'efficacia

 

roma-disinfestazioni.it esegue interventi di disinfestazione cimici del letto a Roma e Provincia di Roma

Chiamaci subito al nostro Numero Verde 0645214670 o compila il Form di Contatto

 

Disinfestazione Zecca del PiccioneLa massiva presenza dei colombi (Columba livia f. domestica) nelle aree urbane non solo è fonte di importanti danni estetici quali, degrado di piazze, chiese, statue e palazzi, ma crea sempre più spesso gravi problemi igienico-sanitari. Il colombo, infatti, può veicolare numerosi agenti patogeni ed essere a sua volta infestato da vari ectoparassiti. Fra questi, Argas reflexus (Acari: Argasidae), meglio nota come la zecca del piccione, è senz’altro l’artropode ectoparassita più importante dal punto di vista della salute umana.Sempre più frequenti sono le segnalazioni di abitazioni letteralmente invase da A. reflexus e le conseguenti aggressioni all’uomo stesso con un crescente interesse sanitario, poiché la puntura della zecca può dare origine a reazioni anafilattiche gravi dovute all’alto potere allergizzante ed essere fonte di trasmissione di patogeni. La zecca del piccione è zecca tipica degli ambienti domestici e rurali, dove è elevata la presenza dei piccioni e, quando rimane priva dell’ospite per lungo tempo o è presente in numero elevato, spesso invade le abitazioni e attacca l’uomo provocandogli talvolta danni molto gravi. La ricerca dell’ospite vertebrato avviene attraverso tropismi di tipo fisico e chimico. Il primo, un fototropismo negativo, porta la zecca ad essere attiva solo durante le ore di buio e ad orientarsi verso le zone buie: infatti di giorno è facile reperirla dietro quadri, sotto cuscini o nelle screpolature dei muri.
  • Ctenocephalides felis (parassita del gatto)
  • Ctenocephalides canis (parassita del cane)
  • Pulex irritans (parassita dell'uomo)
  • Nosopsyllus fasciatus e Xenopsylla cheopis (parassiti del ratto).
Ciclo Riproduttivo e Biologia

Lo sviluppo delle pulci è uno sviluppo completo con metamorfosi partendo dalla deposizione delle uova e passando per 2 stadi (ciclo breve) o 4 stadi (ciclo completo):

  • La femmina depone un centinaio di uova in tre deposizioni distanziate l'una dall'altra 5-6 settimane
  • La muta delle ninfe ed adulti avviene solo durante i mesi estivi con un picco nel mese di agosto
  • Essendo il ciclo di sviluppo fortemente legato alle temperature, per il raggiungimento dell'ultimo stadio possono re ndersi necessari anche 18 mesi
Interventi consigliati

Dal momento che il controllo della zecca del colombo risulta particolarmente difficile ed oneroso, rivestono una particolare importanza le misure preventive atte a debellare, o perlomeno ridurre, la sua presenza nelle città. Tali misure di prevenzione si concretizzano nel controllo delle popolazioni di piccioni. A tale scopo possono essere utilizzati mezzi fisici, chimici e biologici. Nel primo gruppo vi sono i repellenti fisici costituiti da reti, fili e punte in acciaio, sorgenti di rumore, trappole che impediscono ai piccioni di posarsi sopra davanzali, cornicioni, terrazze, ecc. I mezzi chimici di controllo fanno ricorso alle tecniche di sterilizzazione chimica dei piccioni. Questi metodi, ancora in fase sperimentale, trovano difficile applicazione poiché i vari composti chimici utilizzati, gametocidi, tranquillanti, inibitori ipofisari e tiroidei, anticoccidi e fungicidi, non hanno dato risultati apprezzabili nel piccione

Norme Comportamentali e Prevenzione
  • Prevenzione: si rende necessario intervenire tempestivamente a seguito di una forte e incruenta presenza di volatili stazionanti o in fase di nidificazione;
  • Attiva: utilizzo sistemico di biociodi abbattenti

 

roma-disinfestazioni.it esegue interventi di disinfestazione blatte a Roma e Provincia di Roma

Chiamaci subito al nostro Numero 0645214670  o compila il Form di Contatto

Altri articoli...

Visit Review Site Coral www from this link.
  • Virus Zika
  • Maggiori Informazioni

Ordinanza Zanzara Tigre

 

Ordinanza Sindacale n.58 del 8 aprile 2014

disinfestazione comune di roma

>Scarica il Documento in pdf<

roma disinfestazioni logo

roma derattizzazioni logo

roma pulizie logo

 roma giardinaggio logo